Trilussa sulla legge di stabilità

Trilussa sulla legge di stabilità
Se sa che, quanno nun se vole/ cagna' le cose, se cagnano li nomi./ Fatto sta che so' sempre sole./ Hanno fatto 'na nova legge li gnomi/ pe toglie' er pane a li poveracci/ e da' a li ricchi sordi e privileggi./ figneno d'esse' vestiti de stracci,/ Matteo e li artri minnistri egreggi./ Parleno de curtura e de securezza:/ ma en bocca loro ce sta solo monnezza.
protheus
nella categoria Cultura e Spettacolo
Attendere...