Gala 2015: la Festa dei Diritti Umani e degli “Eroi silenziosi”

Gala 2015: la Festa dei Diritti Umani e degli “Eroi silenziosi”
Trascorsa ormai una settimana dalla Festa Sociale della Pedagogia Familiare in Italia, svoltasi lo scorso 11 dicembre all’Hotel Midas di Roma, rimangono impressi tanti bei momenti, tante emozioni e la gioia di aver vissuto una serata all’insegna dell’inclusione e della condivisione, insieme a ben quattrocento amici, tra ospiti italiani e internazionali, studenti, professionisti, artisti e collaboratori. Ci fa piacere, quindi, ripercorrere con voi i momenti salienti di questa bellissima serata celebrata in difesa dei Diritti Umani e dei Diritti dei Bambini e a sostegno del Programma “Vivere Senza Psicofarmaci”. Il Gala ha preso il via con il saluto del Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri e con la conferma dell’impegno futuro dello Stato nella difesa dei Diritti Umani, in particolare a tutela dell’infanzia e dell’adolescenza. La Prof.ssa Vincenza Palmieri – Fondatore della Pedagogia Familiare e Presidente degli Enti che in Italia la rappresentano, ha quindi rivolto un caloroso benvenuto a tutti gli ospiti, alle autorità e agli studenti, soffermandosi sul valore dell’amicizia, sull’importanza di “fare rete”, sulla potenza degli “esseri spirituali” capaci di infiammare gli altri con la propria operatività, creatività, collaborazione. Emblematico, in tal senso, è stato il momento della firma del contratto con l’Ambasciatore dell’Ecuador in Italia, Juan Fernando Holguìn Flores, con il quale, nel corso della serata, è stata rinnovata la collaborazione sui progetti a tutela e sostegno dei tanti, troppi bambini vittime di procedure di allontanamento dalle proprie famiglie. Sarebbero “30.000, tra italiani e stranieri, un dato preoccupante”, ha commentato l’Ambasciatore. Proprio il lavoro costante e indefesso dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare con il Programma “Vivere senza Psicofarmaci” ha incontrato il rinnovato apprezzamento di Safiria Leccese, straordinaria madrina della Serata e conduttrice del programma Mediaset “La strada dei miracoli”, che ha precisato di aver “voluto partecipare insieme a tutta la famiglia a questo straordinario evento che è innanzitutto proprio la Festa delle Famiglie”. L’intervento di Alessandra Corrente, in rappresentanza dell’Associazione Nazionale dei Pedagogisti Familiari, ha evidenziato l’importanza di una professione e di una professionalità oggi più che mai indispensabili: basti pensare alle tantissime famiglie in difficoltà nella gestione dei figli, soprattutto degli adolescenti, ai genitori disorientati circa lo stile educativo da adottare, ai tanti, troppi casi di soprusi e violenza consumati entro le mura domestiche. E, a proposito di miracoli, gli “angeli senza ali” del Gruppo Teatrale dei “Diversi Talenti”, diretti dal regista Fabio La Rosa, hanno regalato ai presenti due intense performance che hanno emozionato e fatto riflettere sull’essenza della felicità e sul valore degli eroi del quotidiano, ricordando, tra gli altri, nomi del calibro di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Quali migliori parole per introdurre uno dei momenti più emozionanti della serata: la consegna del Premio Nazionale in Pedagogia Familiare, tributato a 11 “eroi silenziosi”, persone normali ma allo stesso tempo straordinarie, che con le loro storie e i loro percorsi di vita, sono stati scelti come esempio di coraggio, di speranza e di successo; il successo di chi non ha perso la voglia di credere, di lottare, di farcela. Alla cerimonia di premiazione, tra i costanti applausi di una sala gremita e partecipe, ha preso parte anche la giornalista Paola Zanoni, solidale con i principi ispiratori e la mission della Pedagogia Familiare e dell’Istituto, lieta di condividere il palco con gli uomini e le donne straordinari che sono entrati nell’Albo d’oro della Pedagogia Familiare.
stampainpef
nella categoria Cronaca
Attendere...