Recensione: THE TERMINAL

Recensione: THE TERMINAL

La pellicola va vista da varie angolazioni e si presenta come una sorta di fiaba moderna, in quanto in essa si riscontrano tutti gli elementi caratteristici: il protagonista, l’antagonista, i personaggi di contorno e il lieto fine.Il protagonista è proiettato alla conquista di un “oggetto magico”, rappresentato dall’autografo del famoso sassofonista, e per accaparrarselo deve superare diversi ostacoli che si presentano sul suo cammino.

Altri dettagli
cinehunters
nella categoria Cultura e Spettacolo
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...