Case capanne – Centro Culturale Jean-Marie Tjibaou

Case capanne – Centro Culturale Jean-Marie Tjibaou
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Il grandioso centro culturale è stato fortemente voluto dal presidente francese Francoise Mitterand per sancire il riconoscimento dell’autonomia statale ed e economica della Nuova Caledonia dalla Francia. E’ dedicato al leader indipendentista della comunità Kanak Jean-Marie Tjibaou, rimasto ucciso in seguito a un attentato nel 1989.

Il complesso polivalente venne inaugurato ufficialmente da Jacques Chirac nel 1998. Diversamente da molti altri interventi, per questo progetto non venne bandito un concorso ma il committente interpellò direttamente il Renzo Piano Building Workshop per la realizzazione del centro culturale.

Il complesso si articola in 10 “case capanne”, dalle dimensioni varie: mai nessuna è uguale all’altra, sia in altezza sia in larghezza. Queste costruzioni che emergono in modo monumentale sono collegate da una rete di passaggi pedonali che corrono tra giardini, seguendo il tracciato delle strutture attrezzate che fanno da supporto alle “case capanne”:  la loro organizzazione rispecchia quella dei tradizionali villaggi, fatti di case riunite a più gruppi. Anche queste particolarissime capanne si articolano infatti in una sequenza, precisamente in 3 agglomerati. Il primo, che fa anche da ingresso, ospita una mostra permanente sulla civiltà Kanak, oltre ad un auditorium e ai servizi di ristorazione. Una biblioteca, una sala conferenza e gli uffici si trovano invece nel secondo gruppo, mentre il terzo è composto dalle sale per le attività creative, dalla musica alla pittura.

Altri dettagli
myween
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...