Il divano che si trasforma in un letto a castello

1 voto

6 anni fa - Tutti noi sappiamo che avere un divano letto è essenziale, sopratutto se si ha una casa piccola o se si ha una casa per le vacanze, quando arriva un ospite ecco che il divano si trasforma in letto, ma se gli ospiti sono due ecco che sopraggiunge il problema, la soluzione si trova con questo divano che si trasforma in un letto a castello per due persone. L'utilità di questo divano che si trasforma in un letto a castello è veramente unica, ideale anche per i nonni che devono tenere a casa due nipoti e con questo divano lo spazio verrà ottimizzato alla grande. (Leggi l'Articolo)

ilconte
inviata da: ilconte - Categoria: Scienza... - Fonte: http://www.perseffer.com

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Come diventare un Leader, la metafora del castello

Un vero leader è come un castello che ha delle caratteristiche precise, scopri quali sono e come diventarlo in questa Mappa Mentale.. Un leader è colui che ispira gli altri a seguirlo per un obiettivo comune, non ha bisogno di essere autoritario perché è stato scelto da loro, un leader entusiasma… (marcoventuri)

Nella mente dell’ipnotista

Ho letto le disavventure di Eric Maria Bark di seguito, ed anche se tra i due romanzi sono passati 5 anni, ho letto le due trame a pochi giorni di distanza. Come ho già scritto, L’ipnotista per me è stato molto deludente, ma ormai avevo comprato i due libri insieme, ed [...] (chiscrive)

Un’isola tra i boschi: il borgo di Isola Farnese

Alla scoperta del castello di Isola Farnese. Tour del borgo medievale attraverso i suoi reperti romani e medievali: la colonnetta, la chiesa di San Pancrazio, il circuito murario e il castello. Organizzato da Didarkè e promosso dall’Ente Parco di Veio il tour si terrà sabato 9 maggio. (vignaclarablog)

Danilo Corradi: Le forze del lavoro

Le forze del lavoro di Danilo Corradi Recensione al libro Beverly J. Silver, Le forze del lavoro. Movimenti operai e globalizzazione dal 1870, Bruno Mondadori, Milano 2008, pp. 312* Le forze del lavoro è un libro di straordinario interesse, frutto di un lavoro collettivo sulle trasformazioni del lavoro e sull’evoluzione del conflitto operaio letto da una prospettiva storico-mondiale. È un tema cui da anni si interessa un’ampia letteratura, la quale muove dalla domanda cruciale sulle cause della crisi del movimento operaio degli ultimi 30 anni. Una domanda sul passato che interroga il futuro, che potremmo esporre così: è possibile considerare questa crisi come strutturale e dunque definitiva, o siamo di fronte a un’epoca di trasformazione e transizione che collocherà e rilancerà il conflitto operaio su una nuova dimensione? Quello di Silver è uno di quei rari testi capace di segnare una discontinuità... (tonino2308)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...