Social Media: come condividere da Youtube

Social Media: come condividere da Youtube

Con il post della settimana scorsa abbiamo concluso l’approfondimento su Pinterest, il Social per immagini, fondamentale come abbiamo visto per una strategia di marketing efficace e che produca risultati.

Abbiamo parlato anche di Linkedin e Facebook ma non abbiamo ancora affrontato un canale fondamentale per promuoverci in rete, stiamo parlando di Youtube.

Dalle statistiche presenti nel sito informativo di YouTube, si può leggere come questo canale di video abbia oltre un miliardo di utenti, quasi un terzo di tutti gli utenti su Internet.

Ogni giorno le persone generano miliardi di visualizzazioni. L’aumento del tempo di visualizzazione su YouTube ha subito un’accelerazione e da tre anni consecutivi registra un incremento minimo su base annua del 50%.

Cifre dunque in continua crescita e grandi numeri che fanno subito pensare a come YouTube sia un mezzo da utilizzare ai fini di web marketing. D’altronde, in questo settore i video sono considerati i contenuti del futuro: si stima che sempre meno persone leggeranno articoli a favore delle visualizzazioni di video, poiché appaiono più semplici ed immediati anche a livello di fruizione e comprensione.

Investire nella produzione di video, dato anche il loro potere altamente virale, è un passo fondamentale per le aziende che intendono essere competitive e all’avanguardia nel mercato attuale e futuro.

Come condividere da YouTube

Ci sono diversi modi per condividere un video YouTube:

Il video può essere condiviso in automatico su tutti i Social network cliccando la relativa icona. Tramite il codice da incorporare, una operazione che consente di visualizzare il video su un sito diverso, come il sito web o un blog. Infine per email: YouTube invierà un’email all’indirizzo o agli indirizzi email inseriti. dal link “ Condividi ” situato subito sotto il video caricato si possono scegliere diverse opzioni:

tramite link da copiare e incollare dove si desidera, ad esempio in una email. tramite link a una parte specifica del video: prima di copiare il link, occorre seleziona la casella “Inizia a” e indicare il timing se si desidera condividere una parte specifica del video.

Ottenere condivisione sui social network

Una volta creato il canale YouTube aziendale e dopo aver caricato i video, il passo successivo è quello di darne notizia sugli altri canali social e invitare, tramite Call to Action, i propri fan e follower a iscriversi al canale, a seguirlo e commentarlo.

Si può anche decidere di creare un gruppo Facebook, una community Google Plus o un lista di iscritti Twitter a parte, dedicata solo al canale Youtube dell’azienda e iniziare a pubblicare i propri video anche in questi spazi aggiuntivi, se le risorse in termini di gestione lo permettono.  La comunicazione della presenza del canale YouTube al vostro pubblico già esistente può essere anche effettuata tramite i modi descritti sopra e in particolare utilizzando i link nella sezione informazioni del canale ed il link nella descrizione dei video. A meno che i vostri video non diventino subito virali, è importante non solo pubblicare i link dei video ma esortare gli utenti a interagire con i video ed il canale poiché ogni interazione potrà coinvolgere altri utenti collegati ad essi con un effetto dominio di condivisioni e iscrizioni al canale.
Pubblicate i link dei nuovi video caricati sulla pagina di Facebook tramite un post con Call to Action e domande specifiche sui contenuti. Oppure, all’interno di un gruppo Facebook mettete in evidenza il post con l’ultimo video, in modo che sia sempre visibile agli utenti. Mantenete una frequenza di aggiornamento regolare: possibilmente nello stesso giorno ed alla stessa ora per creare aspettativa e quindi più engagement.

Ripubblicate vecchi video caricati, rinnovando di volta in volta il post, presentandoli da altri punti di vista o in occasione di ricorrenze particolari in modo che anche quelli meno recenti si mantengano come elemento attivo di visualizzazioni e condivisioni.
Rispondete sempre ai commenti sia sul canale Youtube sia nelle pagine e communities ad esso dedicate e create delle interazioni con i fan, stimolandoli con domande, creando contest oppure chiedendo di aiutarvi tramite suggerimenti nella realizzazione del prossimo video.

Nella comunicazione aziendale è poi necessario che vi sia una persona di riferimento. Soprattutto se non siete grandi aziende è importante utilizzare uno stile colloquiale sia nei video che nei social network e umanizzare l’azienda con un viso che compaia nel video e si faccia portavoce del brand. Questo rende gli utenti più partecipi e interessati a conoscere il brand e la persona portavoce. Ricercate YouTube Influencer  che operino all’interno del vostro stesso settore e cercate attivamente ma discretamente un contatto, una collaborazione e di raggiungere il loro pubblico che, essendo già interessato al settore, potrebbe decidere di seguirvi.

Un altro suggerimento utile è collegare il canale YouTube con la pagina Facebook, tramite il tab “Applicazioni” che compare nella colonna sinistra del profilo aziendale. Procedete ad un’ulteriore integrazione tra canale YouTube e Facebook inserendo Facebook all’interno del canale YouTube, nella sezione “Link ai social network” che permette di associare i social network sulla grafica del canale.

Per ottenere visualizzazioni e condivisioni è importante inoltre ottimizzare i video, prestando attenzione alla creazione dei metadati relativi come titolo, descrizioni e tag per facilitare la ricerca da parte degli utenti e scalare le posizioni della pagine di risultati di YouTube. Infatti, tramite questi elementi si comunica a YouTube (che in questo caso si comporta come un motore di ricerca e i cui risultati sono indicizzati e posizionati nelle SERP integrate di Google) l’argomento del video e la categoria di appartenenza. I tag sono particolarmente importanti da questo punto di vista e durante le prime ore dopo il caricamento del video per consentire a YouTube l’indicizzazione ma non rappresentano il fattore di ranking principale. Utilizzate le consuete regole SEO: scegliete parole chiave efficaci e pertinenti che inserirete nel titolo, nella descrizione e nei tag. Utilizzate tag sia specifici che generici. Scrivete una descrizione accattivante e coerente con il contenuto del video, aggiungete eventuali link di riferimento e informazioni aggiuntive.
Infine, cercate di far inserire i vostri video in playlist. I video inclusi nelle playlist hanno maggiori possibilità di essere visibili su YouTube e quindi di ottenere maggiori condivisioni e visualizzazioni. Se un utente include un video del vostro canale in una propria playlist, YouTube vi premia in termini di posizionamento poiché questa azione viene letta come un attestato di fiducia e contenuto di qualità (proprio come i backlink). Inoltre, le playlist compaiono anche all’interno dei risultati di ricerca, sia di YouTube che di Google.

Di Social parleremo anche questo fine settimana al Corso di Social Media Marketing, seguiteci..lunedì tutti i dettagli del corso sul nostro sito!

Per informazioni e iscrizioni ai prossimi Corsi di Web Marketing potete contattarci al 3201877420 o scrivere una mail a iformazione2011@gmail.com.

Vi aspettiamo

 

Ulteriori informazioni
cfs2016
nella categoria Scienza e Tecnologia
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...