Sergente della Brigata Sassari ferito in Somalia da un proiettile vagante

Sergente della Brigata Sassari ferito in Somalia da un proiettile vagante

Un militare italiano è rimasto lievemente ferito al torace da un proiettile vagante mentre era all'interno del compound internazionale di Mogadiscio. Si tratta del sergente della Brigata Sassari Gianfranco Licheri.

Quando è avvenuto l'episodio, all'esterno erano in corso i festeggiamenti per l'elezione a Presidente della Repubblica Mohamad Abdullahi  Farmajo.

Secondo quanto riferito dal comando di Stato Maggiore della Difesa "il militare è stato raggiunto al torace da un colpo di rimbalzo proveniente dall'esterno della base dove erano in corso i festeggiamenti per l'elezione di Moahamd Abdullahi Farmajo a presidente della repubblica. Fortunatamente il colpo, con scarsa velocità cinetica residua, si è arrestato a livello intramuscolare senza raggiungere nessun organo interno(...)".

Il sergente della Brigata Sassari (attualmente impegnata nella missione  EUTM in Somalia) è stato immediatamente soccorso dai commilitoni e trasportato nell'ospedale da campo della base, dove è stato poi sottoposto ad intervento chirurgico. Le sue condizioni non sarebbero gravi.  

Ulteriori informazioni sullo stesso argomento
alec226
nella categoria Esteri
Attendere...